AXIS SYLLABUS WORKSHOPS 2020

MY WALKABLE CITY 

W/ Francesca Pedullà & Eric Acapko

28-31 OCTOBER

Camminare è la pratica condivisa fra tutti gli esseri umani. Camminare ha modellato la nostra specie. In ogni rituale la ripetizione gioca un ruolo fondamentale per generare un’intenzione comune e stimolare la trasformazione. Camminare è ripetizione. Durante questa pratica mattutina ci concentreremo sull’atto del camminare, sulla sua intrinseca poliritmicità, sulle differenze personali, sulla possibilità di creare un movimento collettivo pur mantenendo le specificità individuali. Useremo il camminare come gesto fondamentale, come portale di accesso alla nostra memoria cellulare, come dispositivo di attivazione della relazione e mezzo per incontrare ciò che ci circonda. Camminando collezioneremo sguardi, suoni e parole da condividere, per richiamare memorie recenti e antiche, forse condivise;  e crearne nuove da portare con noi proseguendo il cammino.

Walking is a practice shared by all human beings.

Walking has shaped our species. In every ritual, repetition plays a fundamental role in generating a common intention and stimulating transformation. Walking is repetition.

During this morning practice we will focus on the act of walking, on its intrinsic polyrhythmicity, on personal variations, on the possibility of creating collective movement while maintaining individual specificities. We will use walking as a fundamental gesture, as a gateway to our cellular memory, as a relationship activation device and as a means of meeting our surroundings.

As we walk, we will collect sights, sounds and words to share, to recall recent and ancient memories and create new ones to take with us on the way.

CRISS CROSS PATHS AND TANGENTIAL OPTION

W/ Frey Faust

 

28-30 OCTOBER

Muoversi è un intersezione. Senza un'altra cosa su cui  o intorno a cui agire - un pavimento, un muro, una sedia o un'altra persona -  non avremmo nulla da muovere da cui spostarci, con cui muoverci. Obiettivi, desideri e ostacoli sono intersezioni con impulsi e con l’urgenza primordiale di essere altrove o rimanere per un po'. Nulla può essere fatto senza incontri.  Tuttavia, si può fare molto su come transitiamo,  su come arriviamo e come visitiamo. 

In questa sessione, osserveremo, sperimenteremo e giocheremo con alcune di queste forze intersecanti.

Moving is an intersection. Without another thing to act on or around, for example a floor, wall, a chair or another person, we would have nothing to move, or move from, with or around. Objectives, desires and obstacles are also intersections with impulses and the raw, primordial urge to be somewhere else, or stay for a while. Nothing can be done without meetings. However, much can be done about how we travel, how we arrive, and how we visit. In this session, we will outline, experiment and play with some of these various intersecting forces.

MAP MAKERS Balancing Subjectivity 

W/ Frey Faust & Francesca Pedullà

30th OCTOBER - 1st NOVEMBER

Lab + performance the 1st November

Photo by: Tomas Saraceno

Mentre prendiamo decisioni artistiche, assumiamo di essere un "io" e agiamo partendo dal presupposto di un senso unificato del sé per esprimere simpatie e antipatie e valori come giusto, sbagliato, buono e cattivo. In realtà, le nostre identità sono un collage, mappe formate da influenze interne ed esterne che formano la base di tutte le scelte, colorano le nostre percezioni e influenzano i nostri giudizi.

Accettarlo ci consente di esaminare e approfondire la comprensione della nostra storia e del presente,  avere un'idea del nostro futuro e affinare la nostra capacità di riflettere ed elaborare le nostre risposte. In questo laboratorio, Francesca e Frey offriranno degli spunti per rivelare ed esprimere aspetti del sé e elaborare metodi per articolare questa ricerca nell'espressione artistica.

As we make artistic decisions, we assume we are an "I", and act from the assumption of a unified sense of self to express likes and dislikes, and values such as right, wrong, good and bad. In reality, our identities are collages, maps formed by internal and external influences, for example culture and physiology, which form the basis of all choices and color our perceptions and bias our judgments. Understanding this allows us to examine and deepen our understanding of our history and present, get a sense of our future, and sharpen our ability to reflect on and elaborate our responses.

In this lab, Francesca and Frey will collaborate to provide systems for revealing and expressing aspects of the self, and offer methods for articulating this research into artistic expression.

THE ACROBATICS OF PHYSICS

W/ Jerome d'Orso

30th OCTOBER - 1st NOVEMBER

Descrizione del lavoro in arrivo!

Description coming soon!