2.png

MY WALKABLE CITY

XXL

20- 24 Settembre Bologna

Percorso di incontro, osservazione, attivazione di relazioni tra i corpi e lo spazio urbano.

My walkable city xxl nasce dalla necessità di riosservare e ricalibrare la presenza del corpo individuale e collettivo nello spazio pubblico e la relazione tra i corpi, che interagendo con lo spazio ne riconfigurano limiti e possibilità. My Walkable city nasce per connettere i punti di un disegno sottinteso, avvicinare le prospettive e le esperienze dei cittadini, giocando nel campo d'intersezione tra pratiche accademiche e artistiche, per dichiarare il valore sociale e di innovazione dell'esperienza condivisa e dell'integrazione dei saperi.

un incubatore sperimentale in cui domande e metodologie teoretiche si integrano alla ricerca creativa attraverso il corpo e il suo movimento. Partiremo dal camminare quale gesto condiviso primario, osservandone i principi biomeccanici che lo costituiscono, e utilizzandolo quale dispositivo che integra studi accademici e artistici, facendo del corpo dei cittadini un veicolo per leggere e decomplessizzare il senso, il ruolo e la responsabilità dello spazio pubblico, attorno al binomio Immunità-Comunità..

My walkable city xxl, si rivolge a tutti i cittadini, offrendo un percorso a strati connessi e in dialogo tra loro:

My walkable city xxl arises from the need to re-observe and recalibrate the presence of the individual and collective body in the public space and the relationship between the bodies, which interacting with the space reconfigure its limits and possibilities. My Walkable city was created to connect the points of an implied design, bring the perspectives and experiences of citizens closer together, playing in the field of intersection between academic and artistic practices, to declare the social and innovative value of shared experience and integration. of knowledge.
an experimental incubator in which theoretical questions and methodologies are integrated with creative research through the body and its movement. We will start from walking as a primary shared gesture, observing the biomechanical principles that constitute it, and using it as a device that integrates academic and artistic studies, making the body of citizens a vehicle to read and decomplex the meaning, role and responsibility of public space, around the binomial Immunity-Community ..
My walkable city xxl,
is aimed at all citizens, offering a path in connected layers and in dialogue with each other:

H. 17.30 - 18.30

INCONTRI DI PAROLA 

MEETING OF WORDS

Roberto Esposito | 20/09/21 @DAMSLab

Filosofo, Professore presso l'Università Normale di Pisa, autore tra gli altri, dei volumi: Communitas. Origine e destino della comunità e Immunitas. Protezione e negazione della vita  

Philosopher, Professor at the Normal University of Pisa, author, among others, of the volumes: Communitas. Origin and destiny of the community and Immunitas. Protection and denial of life.

Roberta Paltrinieri | 21/09/21 @DAMSLab

Sociologa, responsabile scientifico DAMSLab - Dipartimento per le arti UNIBO

Sociologist, scientific director of DAMSLab - UNIBO Department for the Arts

Andreas Philippopoulos-Mihalopoulos | 22/09/21 @Auditorium Enzo Biagi

Artista / Professore di Diritto e Teoria / Direttore del Westminster Law & Theory Lab

Artist / Professor of Theory of Law / Director of the Westminster Law & Theory Lab, London.

Giuseppe Scandurra | 23/09/21 @Parco Museo di Ustica

Antropologo urbano, Co-Direttore del Laboratorio di Studi Urbani (UNIFE); Co-Direttore della rivista scientifica "Tracce Urbane" Co-Direttore della collana "Territori" (Editpress)

Urban anthropologist, Co-Director of the Urban Studies Laboratory (UNIFE); Co-Director of the scientific journal "Tracce Urbane" Co-Director of the series "Territori" (Editpress)

CREATIVE RESEARCH DEVICES

H. 14.00-16.30

DISPOSITIVI DI RICERCA CREATIVA

Durante questi incontri useremo il corpo individuale, la sua anatomia e biologia, per individuare principi architettonici e relazionali, che sottendono anche il corpo sociale, nonchè il corpo di una città, i suoi transiti e le sue derive. I principi scelti come caso studio, saranno sempre calibrati e derivati dagli studi teorici ascoltati durante gli incontri di parola ospitati da My Walkable city XXL.. Nella seconda parte del laboratorio, l'attenzione si rivolgerà allo spazio pubblico, utilizzando i principi antecedentemente nominati, per leggere e tradurre le complesse relazioni che lo compongono. In ultima istanza, attraverso pratiche di relazione creativa il gruppo sarà chiamato a sottolineare, sovvertire, ridefinire, rinominare, attraverso la sua presenza, il senso, le architetture e le dinamiche dello spazio pubblico oggetto di studio.

L'obiettivo di questo percorso è mettere in atto, pratiche consapevoli di attenzione, lettura, e scrittura dello spazio pubblico che abitiamo.

Dispositivi di ricerca creativa, si svolgerà in spazi urbani, aperti. Il percorso eseguito per tappe condurrà ad una progressiva uscita dal centro della città verso la periferia, creando un fenomeno di specchio tra la piazza centrale del Comune antico, Piazza Maggiore, e Piazza dell' Unità nel quartiere della Bolognina. In questo modo intendiamo favorire l'osservazione di eventuali differenze tra centro e periferia, notando e qualificando in particolare la transizione tra gli spazi: secondo quale criterio si mostrano le differenze: progressività, discrepanza, frattura, continuità ?

During these meetings we will use the individual body, its anatomy and biology, to identify architectural and relational principles, which also underlie the social body, as well as the body of a city, its transits and its drifts. The principles chosen as a case study will always be calibrated and derived from the theoretical studies heard during the speaking meetings hosted by My Walkable city XXL .. In the second part of the workshop, the attention will turn to the public space, using the previously mentioned principles, to read and translate the complex relationships that make it up. Ultimately, through creative relationship practices, the group will be called upon to underline, subvert, redefine, rename, through its presence, the meaning, architecture and dynamics of the public space under study.
The goal of this path is to implement conscious practices of attention, reading, and writing of the public space we live in.

Creative research devices, will take place in urban, open spaces. The route carried out in stages will lead to a progressive exit from the city center towards the suburbs, creating a mirror phenomenon between the central square of the ancient town, Piazza Maggiore, and Piazza dell 'Unità in the Bolognina district. In this way we intend to favor the observation of any differences between center and periphery, noting and qualifying in particular the transition between spaces: according to what criteria are differences shown: progressivity, discrepancy, fracture, continuity?

La partecipazione al laboratorio è gratuita, ma il numero di partecipanti è limitato. Non sono necessarie esperienze pregresse, solo il desiderio di scoprire e giocare tra corpi e città.

E' auspicabile ma non imprescindibile, la partecipazione ad entrambe le sezioni del percorso. 

Gli incontri pratici si svolgeranno in 5 diverse tappe urbane.

Participation in the workshop is free, but the number of participants is limited. No previous experiences are necessary, only the desire to discover and play between bodies and cities.

Participation in both sections of the course is desirable but not essential.

The practical meetings will take place in 5 different urban stages.

OSSERVATORIO

OBSERVATORY

Osservatorio è costituito da un gruppo di ricercatrici Universitarie che seguiranno il percorso con l'obiettivo di trascrivere un'etnografia del percorso di ricerca.

Observatory is made up of a group of university researchers who will follow the path with the aim of transcribing an ethnography of the research path.