Manteia_mockup interni.jpg

MANTEìA 

PERCHE' SCIE FESTIVAL PUBBLICA UN LIBRO?

La mission del Festival è creare contesti di scambio, dialogo, ricerca e impollinazione attraverso pratiche e metodologie creative. Nel contesto della IV edizione di Scie, la curatela di un manoscritto, muove dall'intento di condividere un possibile strumento interculturale e intergenerazionale per coltivare dialogo e costruzione di nuove relazioni comunitarie. Infatti il FA, è un archivio d'informazioni, nella forma di storie, canti, proverbi, che può essere utilizzato come strumento di crescita personale e collettiva,  per coltivare comunità.

PERCHE' SCIE FESTIVAL PUBBLICA UN LIBRO?

La mission del Festival è creare contesti di scambio, dialogo, ricerca e impollinazione attraverso pratiche e metodologie creative. Il FA, è anche un archivio d'informazioni, strumento di crescita personale e collettiva, nella forma di storie, canti, proverbi, che può essere utilizzato per coltivare comunnità, Nel contesto della IV edizione di Scie, la curatela di un manoscritto, muove dall'intento di condividere un possibile strumento interculturale e intergenerazionale per coltivare dialogo e costruzione di nuove relazioni comunitarie.

LINGUA DA UN MONDO ASTRATTO

"MANTEìA": una raccolta d'arte e tradizione sotto il segno del dialogo tra diverse culture. Una raccolta di alcune delle più significati storie appartenenti al FA: geomanzia o tecnica divinatoria, la parola deriva dal greco geōmanteía geō “terra” e manteía “divinazione” dunque significa “divinazione per mezzo della terra”.

Il Fa, è un archivio culturale di influenze indoeuropee, mediorientali e africane, è un compendio di favole, leggende, canzoni, metafore e riferimenti simbolici, nonché un metodo di divinazione, legato alla religione Vodun e praticato soprattutto dalle etnie Fon e Youruba. Il Fa è una chiave per comprendere i costumi e le visioni del mondo di molte culture africane moderne, collega il racconto, il canto e le sofisticate istruzioni morali a una struttura matematica che stimola la memoria e provoca la riflessione e la scoperta di sé.

 

Ogni storia sarà illustrata da un/una illustratrice/tore, tessendo così un disegno a più mani, rappresentativo dello sguardo collettivo che la stessa tradizione del FA propone. Il libro includerà anche alcune canzoni in lingua FON, sempre appartenenti alla tradizione del FA. Il libro è pensato e studiato per un'infanzia da 4 a 99 anni.

 

Edizione: Scie Festival, in collaborazione con Associazione Sonagnon, Associazione Atout Africain Arch.

Scelta Testi: Eric Acakpo, Francesca Pedullà, Nuvola Vandini

Editor testi: Paola Mordiglia

Disegni: Sara Bernardi, Marta Viviani

Grafica: Benedetta Stefani

Registrazione audio: Spectrum Studio

Cordinamento: Costanza Rosa

Distribuzione: in via di definizione

 

Durante la residenza TENDINI, il Team di lavoro si incontrerà al fine di: scegliere le storie più adatte, produrre il materiale illustrativo, registrare le canzoni, consolidare tutto il materiale in una forma grafica opportuna e funzionale.

"MANTEìA": una raccolta d'arte e tradizione sotto il segno del dialogo tra diverse culture. Una raccolta di alcune delle più significati storie appartenenti al FA: geomanzia o tecnica divinatoria, la parola deriva dal greco geōmanteía geō “terra” e manteía “divinazione” dunque significa “divinazione per mezzo della terra”.

Il Fa, è un archivio culturale di influenze indoeuropee, mediorientali e africane, è un compendio di favole, leggende, canzoni, metafore e riferimenti simbolici, nonché un metodo di divinazione, legato alla religione Vodun e praticato soprattutto dalle etnie Fon e Youruba. Il Fa è una chiave per comprendere i costumi e le visioni del mondo di molte culture africane moderne, collega il racconto, il canto e le sofisticate istruzioni morali a una struttura matematica che stimola la memoria e provoca la riflessione e la scoperta di sé.

 

Ogni storia sarà illustrata da un/una illustratrice/tore, tessendo così un disegno a più mani, rappresentativo dello sguardo collettivo che la stessa tradizione del FA propone. Il libro includerà anche alcune canzoni in lingua FON, sempre appartenenti alla tradizione del FA. Il libro è pensato e studiato per un'infanzia da 4 a 99 anni.

 

Edizione: Scie Festival, in collaborazione con Associazione Sonagnon, Associazione Atout Africain Arch.

Scelta Testi: Eric Acakpo, Francesca Pedullà, Nuvola Vandini

Editor testi: Paola Mordiglia

Disegni: Sara Bernardi, Marta Viviani

Grafica: Benedetta Stefani

Registrazione audio: Spectrum Studio

Cordinamento: Costanza Rosa

Distribuzione: in via di definizione

 

Durante la residenza TENDINI, il Team di lavoro si incontrerà al fine di: scegliere le storie più adatte, produrre il materiale illustrativo, registrare le canzoni, consolidare tutto il materiale in una forma grafica opportuna e funzionale.