MUNUS

STATO DI

EMERGENZA

E' CON LA CORDA ANTICA

CHE POSSIAMO TESSERE LA NUOVA CORDA

restano fili 

dai nomi appannati 

nomi di fuoco 

nomi rocciosi 

nomi scivolosi

ciò che è evidente 

le relazioni tra i nomi stanno mutando

emergenza dopo emergenza

il mondo di prima non c'è più

adesso

come stare nella lenta transizione?

adesso

quale filo tirare verso il futuro?

Nel 2021 Immunitas°Communitas, fu origine della nostra curatela: un tentativo di approfondire la relazione tra due concetti che negli ultimi anni hanno assunto un grande rilievo nei discorsi quotidiani. L'edizione del 2022, tiene quel seme che lega le due parole, il MUNUS, dono, scambio, collocandolo nel contesto di stato di emergenza: momento critico che rompe un equilibrio.  Emergenza etimologicamente significa far emergere, fare venire a galla. La crisi può manifestarsi come parentesi su una linea che si ritrova, o come pivot point da cui emerge un nuovo scenario.

Per vocazione osserviamo il presente e domandiamo ai corpi che lo costituiscono, qual'è la loro esperienza, al fine di tracciare delle mappe di consapevolezza e di saperi incrociati che supportino la navigazione nel presente verso il futuro.

 

Cosa definisce uno stato di emergenza?  Come si organizzano le tensioni e le compressioni dei corpi in questo contesto? Quale spazio resta per il dono durante l'emergenza? Quale dono è oggi più urgente? Cosa emerge nell'emergenza? cosa emerge dall'emergenza?

Facilitare un campo di esposizione tra le diverse forze, esperienze e prospettive individuali, attraverso cui i corpi possano palesare le informazioni nascoste nella maglia di relazioni dell'oggi è l'obbiettivo che si pone la curatela di Scie Festival, tessendo un programma che invita alla partecipazione dei cittadini, a diversi livelli e con differenti modalità.

IT IS WITH THE ANCIENT ROPE

THAT WE CAN WEAVE THE NEW ROPE

 

there are threads

with tarnished names

fire names

rocky names

slippery names

what is evident

is that the relationships between names are changing

emergency after emergency

the world of before is no more

now

how to stay in the slow transition?

now

which thread to draw towards the future?

 

 

 

In 2021 Immunitas ° Communitas, was the origin of our curatorship: an attempt to deepen the relationship between two concepts, two worlds but also two lenses, which in recent years have assumed great importance in everyday speeches. The 2022 edition holds that seed that binds the two words, the MUNUS, the gift and the exchange, placing it in the context of a state of emergency: a critical moment that breaks a balance, emergency etymologically means to bring out, to bring to the surface. The crisis can manifest itself as a parenthesis on a line that is found again, or as a pivot point from which a new scenario emerges.

 

By vocation we observe the present and ask the bodies that constitute it, what their experience is, in order to draw maps of awareness and cross-knowledge that support navigation in the present towards the future.

 

 

What is an emergency? What is it What happens to the body when it is in a state of emergency? How are internal and external tensions organized in this context? How much compression determines the emergence? What space is left for the gift during the emergency? Which gift is most urgent today? What is the truest emergency for each of us today? What emerges in the emergency? what emerges from the emergency?

 

Facilitating a field of exposure between the different forces, experiences and individual perspectives, through which bodies can bring out the information hidden in the mesh of relationships of today is the goal of the curatorship of Scie Festival, weaving a program that invites the participation of citizens, at different levels and in different ways.

STATE OF EMERGENCY

Manteia_proverbio1_ corda_Fungo.png